Prima dell’alba

di Pietro Varcasia

Alè, sta albeggiando. Questo è il momento del giorno che amo di più perché si ha la sensazione che la luce faccia fatica ad alzarsi dal letto della notte proprio come succede a noi umani.

Silenzio assoluto, non si ode ancora nulla. Neanche i cani abbaiano verso Cucco Montino da dove di solito si odono i primi latrati del nuovo giorno. Sono stati svegli a presidiare la casa dei loro padroni tutta la notte e poco prima dell’alba cedono al sonno pure loro.

Noi umani a quest’ora se svegli pensiamo… Pensiamo al giorno che verrà e a cosa ci porterà, a ciò che succederà. Pensiamo ai figli lontani. Ogni uomo ha i suoi pensieri che si destano a quest’ora. Pensieri allegri e pensieri tristi. E ogni uomo decide a quest’ora come spenderà il patrimonio più importante che la natura ci dà, il tempo.

Alcuni lo impiegheranno per fare soldi, altri per come sopravvivere, altri ancora per aiutare i propri simili. Alcuni per amare, altri per odiare… E come ogni giorno alcuni si congederanno da questo mondo altri vedranno per la prima volta la luce.

Per alcuni la vita sarà facile per altri faticoso, sempre in salita. È la vita. La vita che ad ognuno di noi riserva un destino. E tutto è risaputo, banale…

Facebooktwittergoogle_plusmail